Salta al contenuto
Intestazione grafica ViviamoInPositivo
 
 
 
 

 

Clownterapia > Progetti...

I progetti di ViviamoInPositivo

Attenzione
Attenzione, le informazioni di questa pagina risalgono all'anno 2011. I progetti di ViviamoInPositivo sono stati presi in carico dalla fondazione Uniti per crescere insieme.
Per informazioni aggiornate vai alla home page e clicca su "Progetti" nel menu di sinistra.

“I giovani hanno bisogno di attenzione, di amore,
di relazioni sincere e di sentirsi importanti almeno per qualcuno…
La Clownterapia facilita le relazioni, porta sorrisi, speranza  e positività…
(Maria Luisa Mirabella)

I fondi raccolti attraverso le donazioni vengono suddivisi in parti uguali verso i tre progetti che ViviamoInPositivo sostiene. Sono progetti rivolti a chi vive un disagio fisico, psichico o sociale che si basano sulla Clownterapia e il Circo Sociale.
Con il tuo contributo solidale ci aiuti a rendere questa Società più "positiva" per chi sta male, per i bambini che stanno crescendo senza affetto e valori, e per gli adolescenti che domani potranno essere adulti più consapevoli.

Progetto "CIRCOSPEDALE"

il Progetto “Circospedale”,  progetto di circo terapeutico n ospedale, ovvero un laboratorio di Circo Sociale e Clownterapia rivolto a bambini e adolescenti ospedalizzati.
Le prime esperienze infantili sono quelle che plasmano il nostro mondo interno e ci forniscono l’imprinting più duraturo e difficile da modificare, con cui entriamo, poi, in relazione con il mondo esterno e con noi stessi. Partendo da questa considerazione ci siamo chiesti: “Come possiamo aiutare i bambini che stanno vivendo un trauma così grave come quello di una malattia e di un’ospedalizzazione a vivere più serenamente questo periodo particolare della loro vita?”.
Il circo può aiutarci a conoscere il mondo emotivo del bambino ma soprattutto può aiutare il bambino ad esprimere ciò che ha dentro sé, ad essere consapevoli della sua identità, ad avere fiducia nelle sue capacità, desideri, gusti, bisogni.
Si è pensato a misura di bambino un laboratorio circense permanente , che attraverso il gioco e la fantasia possa permettere ai bambini di comunicare le loro emozioni e problemi, e a noi di comprendere il loro stato d’animo, le loro ansie, cercando di facilitarne il superamento e nel contempo di potenziare una personalità creativa.
L’obiettivo del Circospedale non è la risoluzione dei problemi di ospedalizzazione, ma una semplice occasione per avvicinarsi in modo diverso al mondo dei bambini e degli adolescenti ospedalizzati.
Il progetto prevede la presenza di due operatori-educatori professionisti nelle arti circensi che si recano settimanalmente in reparti di pediatria.
Contiamo di attivare il progetto pilota Circospedale entro febbraio 2010 all'Ospedale Regina Margherita di Torino.
Le donazioni ricevute e le Bomboniere solidali ci permetteranno di attivare il progetto Circospedale in altri ospedali e in altri reparti pediatrici.

Progetto "CIRCOSTANZA"

Circostanza

Il progetto "Circostanza": il circo in una stanza per cambiare le circostanze della vita è rivolto ai minori a rischio in area di disagio: Scuola, Carcere, Territorio .
Circostanza, il "Circo-in-una-stanza" utilizza le arti circensi e la clownterapia allo scopo di dare un contributo concreto al miglioramento della vita dei minori, favorendo l'integrazione multietnica e il miglioramento delle relazioni sociali tra adolescenti e bambini.
I progetti "Circostanza" sono gestiti da operatori specializzati in clownterapia che hanno allo stesso tempo competenze di educatori, formatori e artisti teatrali e circensi.
Il Progetto Circostanza nato a Torino nel 2005, si sta sviluppando in altre realtà italiane, grazie alle donazioni pervenute da privati.
Attualmente (2010) il progetto Circostanza è attivo a Torino presso:
- Carcere: Istituto Penale per Minorenni "Ferrante Aporti;
- Scuola: presso la scuola media plesso Martiri della Resistenza a Nichelino (TO);
- Territorio S. Salvario: progetto di integrazione interculturale giovanile in collaborazione con l'Ass. ASAI
- Territorio Porta Palazzo: progetto di integrazione interculturale giovanile in collaborazione con l'Ass. ASAI.
In Italia il progetto Circostanza è attivo a:
ASTI: "Clown in famiglia", progetto domiciliare presso 5 famiglie di bambini diversamente abili;
BOLOGNA: carcere minorile Pratello
GENOVA: Comunità filtro per minori in misura cautelare;
MILANO: Fondazione Casa del giovane "La Madonnina" comunità per minori stranieri
MODENA: Comunità Marta e Maria (prevenzione tossicodipendenze e prostituzione minorile)
TREVISO: carcere minorile

Grazie al tuoi aiuto possiamo attivare nuovi progetti Circostanza in altre realtà italiane per permettere ai giovani di migliorare le circostanze della loro vita.

Progetto CIRCOMOBILE (Ludobus)

Circomobile circo-ludobus

Il Circomobile, ispirato all’innovativa “Pedagogia del Circo Sociale”, è un servizio di arti circensi itinerante, con valenza ludico-educativa, capace di sollecitare occasioni spontanee e organizzate di incontro e di gioco nei luoghi dove risiedono e vivono bambini, ragazzi, adolescenti, promuovendo la loro partecipazione nel rispetto della dignità e delle differenze di ognuno.

Circomobile-ludobus intende partecipare attivamente al miglioramento del benessere del territorio/circoscrizione/comune ove presta i suoi servizi, collaborando in maniera continuativa con le Istituzioni pubbliche, i Servizi Sociali, le famiglie, le Istituzioni scolastiche favorendo la cooperazione di una rete sociale che permetta di:

  1. Identificare e curare i malesseri giovanili alla radice e ai primi sintomi
  2. prevenire devianze e sofferenze
  3. attivare le coscienze e modificare i comportamenti giovanili a rischio

Gli operatori di Circomobile-Ludobus hanno la qualifica di educatori e formatori e si pongono nei confronti dei minori/adolescenti che incontrano durante il percorso, come esempio di stile di vita alternativo e positivo.
La pedagogia delle arti circensi abitua gradatamente alla disciplina, all’attenzione, alla costanza, alla concentrazione: il giovane migliora così l’autostima, impara a cooperare, instaura relazioni divenendo protagonista di esibizioni e spettacoli che stimolano la collaborazione invece della competitività.

Obiettivi del Circo-Mobile

- Educazione alla socialità e alla convivenza pacifica dei minori in strada;
- Favorire l'integrazione sociale dei giovani adolescenti;
- Favorire l'autonomia, la partecipazione e il protagonismo giovanile;
- Stimolare la positività, la fantasia, la creatività e le capacità di minori adolescenti;
- Valorizzare le diversità culturali.

 

Google