Vip Italia Onlus
Vip Italia Onlus
Federazione VIP ViviamoInPositivo Italia ONLUS


VIP-Clown:
Una missione di gioia
  HOME PAGE
  Dove siamo
 

 Diventa Volontario
Clown di Corsia

   Corsi Formazione
  Vuoi aiutarci?
 SITI VIP
  ViviamoInPositivo
  Vip-Missione
  GiornataNasoRosso
Clownterapia Vip

"Il segreto della vita è avere un compito. Qualcosa a cui dedicate tutta la vostra vita, qualcosa per cui date tutto, ogni minuto del giorno per tutta la vita. E la cosa importante è che deve essere qualcosa che probabilmente non potete fare"
Henry Moore

Il Circolo culturale VIP ViviamoInPositivo, nasce nel Novembre del 1996 a Torino, ad opera di Maria Luisa Mirabella e di Sergio Pinarello.
Sempre nello stesso anno un'altra sede viene stabilita a Palermo: "VIP Palermo" presieduta dall'architetto Roberta Zottino; entrambe le associazioni pur se così distanti territorialmente, seguono le stesse linee guida, affrontando e sviluppando uguali percorsi di crescita personale.
Il 15 Febbraio 1997 l'Associazione Vip ViviamoInpositivo, il cui scopo è diffondere il pensiero positivo, la speranza e l'amore per il prossimo, viene registrata al registro degli atti privati di Torino.
Nel 1997 VIP Palermo, inizia la collaborazione con l'Associazione culturale "Ananda Maitreya" che, come vedremo in seguito, a Palermo si occuperà della formazione dei volontari dottori vip-clown di corsia.
Nel 1999 a Torino il presidente dell'Associazione Maria Luisa Mirabella conduce il primo laboratorio di comicoterapia, assolutamente gratuito.
Il programma, che mira allo sviluppo del buonumore e a ritrovare la gioia in se stessi, vuole verificare come reagiscono alla comicoterapia i pazienti ospedalizzati.

Solo in un successivo momento, la dottoressa Mirabella decide di mettere a disposizione di chi soffre tutte le conoscenze apprese nel laboratorio di comicoterapia.
Nasce così l'idea del volontario dottore-clown che ha il compito di animare le corsie ospedaliere, che interagisce con i degenti che soffrono, che dona amore e umorismo, gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Il dottore-clown che fa parte dell'Associazione VIP ViviamoInPositivo prende il nome di "Vip-clown" .
La dottoressa Mirabella ha intrapreso questo percorso ancor prima di vedere il film "Patch Adams"; ha conosciuto questo eclettico personaggio soltanto nell'anno 2000 e da quel momento ne ha condiviso pienamente la sua filosofia di vita.
Entrambi nutrono il desiderio di aiutare chi soffre, pur realizzando progetti diversi e percorrendo strade non sempre convergenti.
Patch Adams vuole costruire un ospedale che offra cure gratuite agli emarginati e ai poveri; il suo è un discorso sulla pace in onore di suo padre, è un discorso che segue un idea politica ben precisa.
La dottoressa Mirabella, fa leva sulla gioia, sottolinea che la sua e la nostra deve essere una missione, da ciò il termine "missionari della gioia"; occorre eliminare e sconfiggere la cultura del dolore che regna sovrana nel nostro mondo, dove la gente è colpita maggiormente da situazioni di sofferenza, piuttosto che dai gesti d'amore.

Nell'anno 2000 si registra la nascita dei primi volontari vip-clown; nel Gennaio 2002, con una variazione dello statuto, l'associazione diviene a tutti gli effetti Associazione di volontariato regolarmente iscritta al registro regionale del Piemonte e della Provincia di Torino e per i volontari vip-clown viene stilato un codice deontologico cui fare riferimento.

Oggi l'attività del volontario vip-clown si esplica negli ospedali, nei centri di accoglienza, nelle case di riposo, nelle case famiglia, nelle comunità, nei paesi in guerra, e nelle missioni nei Paesi in via di sviluppo.
Per comunicare informazioni sulla clownterapia agli operatori sanitari e di comunità, agli enti privati e pubblici, si organizzano congressi, meeting, workshop e pubblicazioni.
Dall'esperienza di anni di formazione e di insegnamento della stessa fondatrice dell'Associazione Vip ViviamoInPositivo nasce la Vip Formazione, un'associazione di promozione sociale regolarmente registrata, che offre agli iscritti, la possibilità di partecipare a corsi di formazione, seminari, stage e incontri nell'ambito della crescita personale e spirituale per crescere personalmente e professionalmente.
Entrambe le associazioni, pur se in maniera diversa, si occupano di solidarietà: VIP ViviamoInPositivo (il cui motto è crescere insieme) mediante il servizio di volontariato dei clown, nelle strutture ove venga fatta esplicita richiesta, e VipFormazione attraverso la formazione, l'insegnamento e l'aggiornamento dei volontari vip-clown.
Entrambe le associazioni destinano parti delle quote dei soci iscritti per l'adozione a distanza della missione in Myanmar in Birmania, che è affidata all'Associazione delle suore della Provincia di Roma; grazie a questi fondi, il 6 giugno 2004 in Birmania, è stato inaugurato ufficialmente l'"Orfanotrofio Bonetta".
Negli orfanotrofi e nelle missioni nei Paesi sottosviluppati, i volontari vip-clown organizzano momenti di formazione, di svago e di sollievo per chi vive momenti difficili, promovendo un educazione volta al buonumore e alla gioia.

L'Associazione culturale Vip Formazione, con i suoi corsi, si propone di formare volontari vip-clown che sappiano aiutare e sostenere i bambini e gli adulti inseriti nelle strutture sociali e negli ospedali, nonché gli anziani ospiti delle case di riposo, facendogli così trovare nelle figure dei dottori vip-clown punti di riferimento e calore umano.

"I clown-dottori sono coscienti che, disturbano le ordinate abitudini di un bambino, in genere disturbano anche lui. Ma sanno anche che spesso è un intervento necessario per spezzare lo schema di un gioco distruttivo, mettere fine a un comportamento sbagliato o, semplicemente, per creare una forma di comunicazione con il piccolo paziente" .
Il missionario vip clown ha un compito tanto delicato quanto importante: far rinascere la voglia di vivere, di ridere, di sperare a chi l' ha persa, a chi si trova in uno stato di disagio, portando con le canzoni, i giochi, la danza, il mimo e la magia, tanti sorrisi, tanta gioia e tanta allegria e ricordando che la vita è un'opportunità meravigliosa e che basta un sorriso per operare un grande "miracolo".

Federazione Vip Italia Onlus

Il 16 Maggio 2003 nasce la Federazione Vip Italia Onlus che non ha fine di lucro e che intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale; inoltre collega e rappresenta a livello locale, nazionale ed internazionale i gruppi e le organizzazioni aderenti; porta l'attività dei volontari-clown nelle Missioni del Terzo Mondo, promovendo l'educazione al buon umore, senza discriminazioni di sesso, etnia, religione e credo politico; s'impegna per rendere coscienti i cittadini sui doveri della solidarietà tramite la diffusione di notizie sulle realtà più povere e svantaggiate del mondo; offre costantemente occasioni di formazione e aggiornamento ai volontari.
Vip Italia Onlus si articola in Associazioni locali, dette VIP, indipendenti sul piano organizzativo, ma rispettose delle finalità e dei metodi di tutte le VIP Italiane e aventi tutte uguale formazione da parte di VIP Formazione. Ogni Associazione locale è retta da un Consiglio Direttivo con a capo un Presidente.
La federazione VIP Italia Onlus comprende oggi (anno 2005) 30 associazioni.

Oggi il presidente dell'associazione ViP Italia Onlus è Maria Luisa Mirabella, il vice presidente l'Architetto Roberta Zottino.

Progetti svolti
In Vip Italia Onlus da Maggio 2003 sono stati lanciati i seguenti progetti:
¢ SERT : Progetto prevenzione alcolismo in collaborazione con l'ASL della Regione Veneto.
¢ VCM (Volontari Clown In Missione) "Amicizia" - rivolto ai giovani a rischio (attualmente in corso nella regione Veneto).
¢ VCM (Volontari Clown In Missione) prevede la formazione e l'invio di volontari nelle missioni delle Suore della Provvidenza; concluse le selezioni, il corso è iniziato nel Gennaio del 2004, i primi ragazzi sono partiti a Giugno dello stesso anno per i paesi in via di sviluppo: la Birmania, la Romania e l'India.
Un gruppo di volontari vip-clown nel mese di Maggio 2004 si sono recati anche in Italia, a Torre del Greco (NA), con lo scopo di portare in loco una formazione alla gioia, all'affettività e di aiutare le Suore della Provvidenza a sostenere campagne di prevenzione contro la lebbra, l'alcolismo, la TBC, la prostituzione minorile. Tra i partecipanti era presente una delegazione dei vip-clown dell'Associazione VIP Palermo.

Tutte le associazioni confederate, per quello che riguarda la formazione, dovranno rispettare le linee formative del Consiglio Direttivo Federale.
La formazione è ritenuta completa per il primo anno al raggiungimento di 100 ore formative.
Gli incontri formativi proseguono comunque anche dopo le 100 ore con due incontri mensili, in ogni associazione Vip.
L'Associazione ha due categorie di soci:
¢ Socio tirocinante: è colui che è ancora in formazione, fino al raggiungimento delle 100 ore previste.
¢ Socio ordinario: è colui che ha terminato la formazione ed è abilitato a seguire i soci tirocinanti nel loro percorso.

Il volontario che vuole proseguire il suo cammino al termine delle ore richieste per il tirocinio, può entrare a far parte dell'Associazione Vip ViviamoInPositivo della propria città come socio ordinario, ed esser indirizzato al servizio per il quale, secondo i propri "angeli-clown" , è più adatto.
Ogni socio ordinario, in base alle competenze acquisite e in base alla disponibilità di tempo da dedicare ai servizi di volontariato, può scegliere di diventare:
¢ Clown in corsia
¢ Il volontario clown missionario della gioia
Per entrambi i ruoli (clown di corsia e volontario della gioia) è necessario che alla fine di ogni servizio svolto in ospedale, o in una struttura sociale, il tirocinante compili un foglio che ne attesti la presenza e trascriva la sua relazione da inviare tramite e-mail ad un membro del Consiglio direttivo locale dove ha prestato servizio, che a sua volta ne invierà una copia a VIP Formazione.
Il foglio delle presenze serve al gruppo che si è recato in ospedale e a tutti i gruppi locali per ottenere informazioni utili sul servizio svolto dai vip-clown presenti su tutto il territorio nazionale.
Il gruppo neo formato stabilisce il giorno di ogni settimana da dedicare alla formazione-allenamento, per preparare le gag, le canzoni, per lavorare teatralmente sul personaggio del clown, oltre alle norme di igiene e la psicologia.
I docenti durante ogni riunione avranno cura di registrare la presenza di ogni vip-clown, al fine di raggiungere le 100 ore di tirocinio richieste per entrare a far parte dell'Associazione; anche i servizi in ospedale andranno a sommarsi alle ore di tirocinio.

Le assenze
Le assenze, sia che si tratti di tirocinanti vip-clown di corsia che di volontari della gioia, devono sempre essere giustificate, mentre il servizio nella struttura verrà recuperato quando il vip-clown sarà in grado di svolgerlo.
Chi perde lezioni obbligatorie dovrà contattare i docenti e richiedere le dispense, in modo tale da non rimanere svantaggiati; per le materie base potranno essere previste delle lezioni di recupero.
Coloro che non giustificano le assenze, coloro che non le recuperano e non effettuano quindi il numero di presenze richiesto, saranno sospesi dai servizi a discrezione del Consiglio Direttivo dell'Associazione cui appartengono.
Il volontario che per motivi personali sa di non poter svolgere il servizio per un periodo che va da uno a sei mesi può richiedere al Consiglio Direttivo dell'Associazione di appartenenza, una sospensione per un massimo di sei mesi.
Al suo rientro dovrà aggiornarsi, richiedendo dispense e materiale informativo sulle lezioni svolte nel periodo della sua assenza e riprenderà il servizio affiancando, per le prime due uscite, un "angelo-clown" .
Per sospensioni superiori a sei mesi il volontario che vuole rientrare in servizio dovrà aspettare che si realizzi un nuovo corso di formazione nella sua città e frequentarlo nuovamente, versando una minima quota di contributo spese.

Dal 2000 al 2005
Vip ViviamoInPositivo ha iniziato ufficialmente l'attività di volontariato clown presso l'"Ospedale Martini" di Torino nell'Ottobre del 2000.
Dal 2000 ad oggi, il percorso è stato lungo e non sempre facile, le difficoltà incontrate sono state superate e poco alla volta il numero dei soci partecipanti è cresciuto sempre più; questo ci ha dato la passibilità di estendere il nostro campo d'azione, coinvolgendo con le nostra attività sempre più strutture ospedaliere, e strutture sociali.
Inizialmente il progetto dell'associazione VIP ViviamoInPositivo vide come destinatari i pazienti ospedalieri, i degenti di case di riposo, gli ospiti di comunità della città di Torino e provincia, di Pavia, Padova, Vicenza, Bergamo, Brescia, Forlì e Lecce, anche se l'idea era di estendere la rete dei volontari su tutto il territorio nazionale, e così è stato!
Oggi, a distanza di quattro anni, i volontari vip-clown presenti su tutto il territorio nazionale sono circa 1.400, dislocati nelle diverse regioni d'Italia: in Piemonte ad Asti, Alessandria, Cuneo, Ivrea, Novara, Pinerolo, Torino, Verbania, e Vercelli; in Lombardia a Bergamo, Brescia, Como, Milano, Pavia, e Varese; in Trentino Alto Adige a Bolzano e Trento; in Friuli Venezia Giulia a Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine; in Veneto a Desenzano del Garda, Cittadella, Padova, San Donà, Venezia, Verona e Vicenza; in Emilia Romagna a Bologna, Faenza, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini; in Liguria a Genova e Imperia; in Toscana a Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato e Siena; nelle Marche ad Ancona, Senigallia e Pesaro; in Umbria a Terni; in Abruzzo a Chieti, Pescara, Sulmona e Teramo; nel Lazio a Civitavecchia, e a Roma; in Campania a Caserta e Napoli; in Puglia a Lecce; in Sicilia a Palermo.

In ognuna di queste regioni è nato un gruppo di volontari vip-clown, che offre il proprio servizio nelle strutture ospedaliere e nelle strutture sociali che ne fanno richiesta o che vengono contattate direttamente dal gruppo vip-clown, per chiedere l'autorizzazione ad effettuare i servizi nella struttura.
L'associazione Nazionale vip-clown, nella città destinata ad ospitare il nuovo corso di formazione, sceglierà un circolo, un associazione culturale che si occuperà di gestire le iscrizioni, le selezioni e la successiva formazione dei nuovi soci.

Corso di Formazione
Durante i quattro incontri, che anticipano il corso di formazione vero e proprio organizzato e diretto dal Presidente di VIP Italia Onlus, i partecipanti avranno modo di conoscersi meglio e di conoscere i propri formatori di riferimento.
Il corso di formazione per clown di corsia-base che l'Associazione Vip Formazione propone ai suoi soci si svolge durante un fine settimana (venerdì sera, sabato e domenica); al termine viene rilasciato l'attestato di partecipazione al "corso di formazione per volontari del sorriso, clown di corsia".
Il gruppo neo formato sceglie di comune accordo un nome di fantasia che in qualche modo ne evidenzi le caratteristiche e lo rappresenti a livello nazionale. Di seguito la dott.sa Mirabella, alias dottore vip-clown Aureola, trascrive la lista con i nomi dei partecipanti, ponendo in corrispondenza il nome di fantasia che identificherà ogni dottore vip-clown.
Il gruppo e i suoi singoli membri vengono presentati, tramite l'apposita mailing list, a tutti i gruppi vip-clown già presenti in Italia.

Mansionario
Per monitorare i servizi offerti alle strutture ospedaliere dai dottori vip-clown, nel mese di Gennaio 2004, è nato il "Mansionario Vip Italia Onlus", con lo scopo di definire alcuni incarichi, all'interno dell'associazione e del Consiglio direttivo, che verranno gestiti dai volontari vip-clown.
Le nuove figure all'interno dell'Associazione sono:
¢ Pubbliche relazioni: mantiene i contatti con i primari, con il personale ospedaliero, con la Direzione Sanitaria, con l'ufficio delle relazioni con il pubblico, s'informa sugli eventuali progressi scientifici dell'intervento dei volontari sul degente e sull'utilità del servizio.
¢ Coordinatore dei servizi in ospedale: riferisce, attraverso una nota scritta al Consiglio Direttivo o al Presidente, ogni variazione sostanziale tra i volontari, come nel caso di sospensioni, assenze ingiustificate, comportamenti inadeguati, richieste dei volontari; coordina gli ospedali, i contatti con i responsabili e con i volontari, si occupa del registro delle presenze, raccoglie i fogli presenza, verifica il tirocinio, si occupa delle riunioni generali e dei corsi di formazione di base; questa è l'unica figura che non necessariamente deve essere un vip-clown.
¢ Addetto ai turni: comunica e stabilisce i turni per le festività e le ferie, mantiene i contatti con i coordinatori degli ospedali.
¢ Coordinatore di reparti: coordina l'arrivo dei vip-clown in ospedale, affianca i tirocinanti durante il primo servizio, sostituisce i volontari assenti, firma la presenza dei tirocinanti.
¢ Responsabile del reparto: chiede informazioni sul reparto prima del servizio, decide il tempo di permanenza nel reparto, mitiga l'esuberanza eccessiva dei volontari vip-clown e, alla fine del turno, comunica al coordinatore dei reparti quanto è avvenuto durante il servizio.

Patch Adams
"Per comprendere il valore, il significato e la gioia che un volontario dottore-clown riceve da un servizio in ospedale, qui di seguito viene riportata una testimonianza di Patch Adams, tratta dal suo libro "Salute": "Io vedo il servizio come una delle grandi medicine della vita. E' difficile avere un senso di generale soddisfazione nella vita, a meno che una persona non senta di essere servita a qualche cosa…
Tributiamo il più grande rispetto e la massima ammirazione a chi dona se stesso. Madre Teresa, per esempio, era amata universalmente. Per la maggior parte le persone buone sostengono se stesse e il loro spirito donandosi e seguendo esempi che le ispirano. Pochi trattamenti hanno, come il donarsi costantemente, il potere di prevenire o di dissipare una malattia mentale.
Quando gli scienziati capiranno meglio la biochimica della psiconeuroimmunologia, sarà chiaro perché il servire gli altri in modo incondizionato abbia un tale potere di calmare il dolore e se, non di curare la malattia, almeno di renderla sopportabile.
Servire è una parola attiva, un antidoto perfetto alla noia, alla solitudine, all'alienazione e alla paura. Servire può impartire il dono della pace interiore. Servire è l'espressione fisica del ringraziare il mondo, un modo appropriato per apprezzare il miracolo della vita. Le persone che servono sono libere di chiedere quello che desiderano, sapendo che se lo meritano. Servire dà una sensazione di appartenere in modo vero alla comunità umana. Il servire è probabilmente il più grande richiamo ad agire nella maggior parte delle fedi religiose".

Portare la gioia è la nostra missione

Federazione VIP ViviamoInPositivo ITALIA ONLUS
Via Cristalliera, 25 - 10139 - Torino
CONTATTACI

RIDERE E SORRIDERE
 Barzellettiamo
 Ridere in coppia
 Infelicità
 Poesie
 Il pollo
PATCH ADAMS
 Patch Alcatraz
 Patch Molinette
 Patch Gaslini
TESI
 Aiuto tesi
 Articolo Corriere
 Esempi di Indici
 Capitoli di tesi
 Clownterapia mondo
 Clownterapia Italia
 ViviamoInPositivo
 Bibliografia
TESTIMONIANZE
 Anno 2000
 Anno 2001
 Anno 2002
 Anno 2003
 Anno 2004
 Anno 2005
 Testimonianze Corso